Improvvisi per Polpastrello Ben Temperato – Dentro le grigie nuvole


Non mi affliggo che gli altri non mi riconoscano. Mi affliggo di non riconoscere gli altri.

La frase stampata su carta di riso passava spesso inosservata — v’era non a caso uno specchio vicino ad essa, e un vecchio motto in forma di preghiera ritrovato misteriosamente in un tempio sotto il carapace di una tartaruga, al tempo in cui bruciavano le donne come streghe e ardevano covoni di fieno nel Nuovo Continente per farne nuovo pane di santità.

Chi si riconosce in uno specchio?

I bimbi non certo. E gli altri?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.